Astenozoospermia: definizione e metodo di diagnosi

Astenozoospermia: definizione e metodo di diagnosi

La gravidanza e la nascita di un bambino sono generalmente considerati i momenti più belli della vita. Milioni di persone sognano di diventare genitori, di dare alla luce un bambino affinché possa crescere fino a diventare un adulto felice e realizzato.

Molte persone vogliono conoscere le gioie della gravidanza, ma a volte è difficile concepire un bambino.

Entrambi i partner che desiderano procreare devono essere fertili per raggiungere il loro obiettivo. Ci sono, tuttavia, molti disturbi che possono ridurre le loro possibilità di concepimento.

Secondo Extend Fertility (Extendfertility.com), la fertilità degli individui dipende principalmente dalla loro età perché il tasso di fertilità diminuisce gradualmente nel tempo.

Il loro rapporto indica anche che le donne di 25 anni hanno una probabilità del 25% di rimanere incinta durante i rapporti sessuali e che questa percentuale non supera il 5% per le donne di 40 anni. I metodi di fecondazione in vitro non stimolano la fertilità e non impediscono che diminuisca con l'età.

L'età, tuttavia, non è l'unico fattore che influisce sulla fertilità. In passato, la maggior parte delle persone credeva che i disturbi della fertilità colpissero principalmente le donne perché i casi di infertilità femminile erano più numerosi dei casi di infertilità maschile.

Un articolo pubblicato sull'Independent, tuttavia, indicava un evento senza precedenti diversi anni fa: il tasso di infertilità maschile era superiore a quello femminile. Questi dati hanno quindi spinto gli specialisti a prescrivere esami per entrambi i partner al fine di identificare i problemi che impediscono loro di concepire.

Questo articolo è principalmente dedicato ai disturbi che colpiscono la fertilità maschile e ai problemi che possono impedire agli uomini di concepire. Questi problemi includono problemi erettili o sessuali in quanto possono impedire agli uomini di fare sesso. Tuttavia, abbiamo deciso di concentrarci su una patologia che colpisce direttamente la qualità dello sperma: l'Astenozoospermia (o Astenospermia).

La probabilità di concepire un bambino dipende dalla qualità dello sperma

Prima di esaminare l' Astenozoospermia e gli effetti di questa patologia sulla fertilità maschile, studieremo la funzione dello sperma, la produzione di sperma e i vari fattori che migliorano la qualità di questo seme. La maggior parte delle persone sa che lo sperma svolge un ruolo vitale durante il processo riproduttivo e che è impossibile concepire un bambino senza questo seme.

Durante il rapporto sessuale, lo sperma viene emesso nel tratto genitale femminile. Questo seme viaggia quindi verso le tube di Falloppio per unirsi all'uovo. Questo processo può richiedere da 45 minuti a 12 ore.

Uno spermatozoo deve quindi perforare l'involucro protettivo dell'uovo per entrarvi, come spiegano gli esperti del Baby Center.

Questo è un processo estremamente complesso e molti fattori possono impedire allo sperma di raggiungere le tube di Falloppio e fertilizzare efficacemente l'uovo.

Gli esperti della Mayo Clinic indicano che tre fattori principali determinano la qualità dello sperma e il potere fertilizzante dello sperma. Questi elementi includono:

1. La quantità di sperma contenuta nel liquido seminale che viene emesso durante l'orgasmo. La qualità di questo sperma è ottimale quando un millilitro di sperma emesso durante un singolo orgasmo contiene almeno 15 milioni di spermatozoi.

Quando il liquido seminale non contiene abbastanza sperma, le possibilità di concepimento si riducono perché sono disponibili meno candidati per fertilizzare l'ovulo.

1. La vitalità degli spermatozoi dipende molto dalla motilità degli spermatozoi, poiché questa caratteristica si riferisce alla loro capacità di muoversi.

Gli spermatozoi che hanno una buona motilità possono muoversi facilmente all'interno dell'utero per raggiungere le tube di Falloppio. Per essere considerato vitale, lo sperma deve contenere il 40% di spermatozoi a motilità normale.

1. La qualità dello sperma dipende anche dalla morfologia dello sperma. Questa caratteristica specifica designa la forma dello sperma. Quando sono normali, queste cellule hanno una lunga coda e una testa ovale che consentono loro di muoversi verso l'uovo da fecondare.

I disturbi che colpiscono la fertilità maschile possono danneggiare queste qualità e quindi ridurre il potere fertilizzante dello sperma perché questi problemi possono impedire allo sperma di raggiungere l'uovo e di entrarvi.

Che cos'è l'astenozoospermia?

Ora che abbiamo studiato il ruolo dello sperma e i diversi fattori che influenzano la qualità di questo sperma, ci concentreremo sulla patologia che descriviamo in questo articolo: Astenozoospermia.

L'astenozoospermia è una patologia che colpisce la fertilità maschile. Questo disturbo riduce la motilità degli spermatozoi. Come abbiamo già precisato, la motilità designa la facoltà di movimento di queste cellule e la loro capacità di muoversi in direzione dell'ovulo che deve essere fecondato.

Le possibilità di concepire un bambino sono notevolmente ridotte quando la motilità degli spermatozoi è ridotta o quando il liquido seminale contiene un numero insufficiente di spermatozoi.

L'astenozoospermia colpisce molti uomini che hanno problemi di fertilità e gli esperti offrono un gran numero di trattamenti per curare questo disturbo.

La diagnosi è un passaggio essenziale nel trattamento, perché la diagnosi di Astenozoospermia consente agli specialisti di identificare i fattori che influenzano la fertilità dei pazienti e di offrire loro un trattamento efficace per migliorare la motilità degli spermatozoi.

Quando questi trattamenti non ottimizzano la motilità degli spermatozoi, gli specialisti possono offrire diverse alternative alla fecondazione naturale per aiutare le coppie a concepire.

Ci concentreremo ora sui fattori che possono causare l'astenozoospermia. Descriveremo quindi i possibili sintomi che colpiscono gli uomini affetti da questo problema nonché i metodi utilizzati dai medici per identificare questo disturbo. Infine, esamineremo i diversi trattamenti che possono aiutare gli uomini con astenozoospermia a concepire un bambino.

Quali sono i fattori che possono causare l'astenozoospermia?

È importante conoscere le cause delle malattie per ottimizzare i trattamenti utilizzati. Queste informazioni aiutano i pazienti a identificare i loro sintomi e aiutano anche a prevenire lo sviluppo di determinate patologie.

Gli specialisti riescono facilmente ad identificare l'Astenozoospermia grazie a diversi sintomi, è però importante specificare che gli scienziati stanno ancora studiando le diverse cause di questa patologia. Alcuni fattori specifici sono stati chiaramente identificati. Secondo l'Istituto Bernabeu, i diversi fattori che possono causare l'astenozoospermia includono:

– Alcuni anticorpi anti-sperma presenti all'interno del corpo maschile possono ridurre la motilità degli spermatozoi. – L'età influisce notevolmente sulla motilità degli spermatozoi. Quando un uomo raggiunge i 45 anni, la sua motilità spermatica inizia a diminuire gradualmente nel tempo. – Anche la motilità degli spermatozoi è ridotta in caso di infezione dello sperma. – Le vasectomie possono anche influenzare la motilità degli spermatozoi. – Anche i disturbi che colpiscono i testicoli possono causare astenozoospermia. – Gli uomini che sono esposti a determinate tossine, inclusi determinati solventi e fertilizzanti chimici, hanno maggiori probabilità di sviluppare questo tipo di disturbo. – Anche il consumo eccessivo di alcol e il fumo possono contribuire allo sviluppo dell'astenozoospermia. È importante notare che alcune droghe, come la cannabis, hanno effetti simili. – Gli uomini che soffrono di teratozoospermia, una patologia che colpisce la morfologia dello sperma, hanno anche maggiori probabilità di soffrire di astenozoospermia. – La motilità degli spermatozoi è ridotta anche dai fattori che provocano un aumento della temperatura dei testicoli. Questi fattori includono l'uso di indumenti stretti e l'uso regolare delle saune.

Gli uomini possono essere allertati da determinati sintomi visibili?

Malattie comuni come l'influenza, il cancro, l'artrite o altre patologie causano la comparsa di sintomi visibili che consentono agli specialisti di identificare facilmente il disturbo che colpisce i loro pazienti. La situazione è purtroppo più complessa quando i pazienti soffrono di Astenozoospermia, poiché questa patologia non causa alcun sintomo apparente.

Gli specialisti non possono identificare facilmente questo disturbo. I processi legati alla fertilità che consentono di concepire un bambino sono piuttosto complessi, quindi i medici devono eseguire molti test per identificare questo tipo di patologia.

Il sintomo più visibile che può indicare un caso di Astenozoospermia è senza dubbio la sterilità, in questa situazione l'uomo interessato non è in grado di mettere incinta la propria partner durante il rapporto sessuale.

Un gran numero di fattori può influenzare la fertilità, quindi un uomo può avere difficoltà a mettere incinta il proprio partner senza necessariamente soffrire di astenozoospermia.

Molte altre patologie possono influenzare la qualità dello sperma, quindi consigliamo agli uomini di consultare uno specialista per verificare se la loro infertilità è dovuta all'astenozoospermia o ad altre malattie.

Quali metodi possono essere utilizzati per diagnosticare l'astenozoospermia?

È indispensabile diagnosticare l'astenozoospermia prima di offrire il trattamento al paziente interessato. È quindi importante consultare un medico per discutere i vari problemi che possono impedire a una coppia di concepire un figlio.

Entrambi i partner devono sottoporsi a determinate visite mediche. Il primo passo del processo è di solito identificare l'individuo che ha problemi di fertilità all'interno della coppia.

Questa persona dovrà sottoporsi a ulteriori esami una volta identificata. I risultati ottenuti consentiranno allo specialista di identificare la patologia che impedisce al paziente di concepire un bambino.

Se i problemi di fertilità riguardano l'uomo all'interno della coppia, quest'ultimo dovrà sottoporsi a diverse visite mediche per individuare le malattie che gli impediscono di concepire un figlio.

Il medico di solito ordina un'analisi dello sperma. Questo esame consente di osservare lo sperma utilizzando un microscopio specifico. Il responsabile di questo esame di laboratorio dovrà studiare le tre caratteristiche del seme che abbiamo menzionato in precedenza per identificare l'origine del problema.

Gli specialisti determineranno il numero di spermatozoi presenti nel campione e ne osserveranno la struttura. Studieranno anche la motilità di queste cellule. Questa operazione consentirà loro di determinare la percentuale di spermatozoi mobili nel seme del paziente.

Secondo Babypedia, gli specialisti ritengono che il paziente soffra di Astenozoospermia se l'analisi effettuata in laboratorio indica una percentuale inferiore al 32%. Questo risultato significa che il numero di cellule in movimento nel campione di cellule seminali analizzato è inferiore al 32%.

È possibile trattare efficacemente l'astenozoospermia?

I disturbi che colpiscono la fertilità possono essere preoccupanti, tuttavia esistono diversi trattamenti che possono curare efficacemente queste malattie. Tuttavia, non è sempre possibile migliorare la fertilità di un uomo sterile.

Per trattare l'astenozoospermia, è possibile utilizzare diversi trattamenti, la cui scelta dipende dalla gravità della malattia. E questa patologia è molto difficile da trattare quando è grave. Gli specialisti offrono quindi metodi alternativi di procreazione agli uomini gravemente colpiti per aiutarli a concepire un bambino.

È quindi importante effettuare un'analisi dello sperma in laboratorio per dare informazioni accurate al paziente sulla gravità della sua malattia.

Quando la patologia è grave e la motilità degli spermatozoi è estremamente ridotta, gli specialisti solitamente decidono di proporre al proprio paziente di ricorrere a metodi alternativi di riproduzione.

I medici optano per queste soluzioni perché è molto difficile migliorare la motilità degli spermatozoi se lo sperma contiene un numero ridotto di cellule mobili. La fecondazione naturale avviene attraverso il movimento degli spermatozoi. Per aiutare i pazienti con Astenozoospermia a concepire, è quindi necessario utilizzare un metodo che permetta allo sperma di entrare nell'uovo senza muoversi.

I diversi metodi che possono essere offerti per aiutare gli uomini che producono spermatozoi a bassa mobilità includono:

– Iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (detta anche ICSI) – Fecondazione in vitro classica (detta anche IVF) – Inseminazione artificiale

Il più efficace di questi metodi risulta essere l'iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi. Questa procedura è particolarmente affidabile perché consente sistematicamente allo sperma di entrare nell'uovo per fecondarlo.

L'ICSI riduce anche il rischio di fallimento durante la fecondazione. Al giorno d'oggi, quindi, gli specialisti tendono a privilegiare questa procedura per aiutare le coppie che non sono in grado di concepire in modo naturale.

Segnaliamo che è anche possibile migliorare la motilità degli spermatozoi in alcuni casi di Astenozoospermia, ma i metodi utilizzati a tale scopo non avranno alcun effetto se la motilità di queste cellule è pressoché inesistente.

In questo tipo di situazione, i medici prescrivono trattamenti che hanno potenti proprietà antiossidanti. Combinano questi rimedi con integratori alimentari che contengono un'elevata quantità di L-Carnitina. Gli studi hanno dimostrato che queste due sostanze migliorano efficacemente la motilità degli spermatozoi e che agiscono anche su pazienti affetti da astenozoospermia.

Oltre a questi trattamenti, gli specialisti raccomandano ai loro pazienti di adottare uno stile di vita più sano, mangiare cibi ricchi di nutrienti, evitare cibi non raccomandati e fare esercizio regolarmente.

Quali sono le prognosi per gli uomini che soffrono di astenozoospermia?

È importante considerare la prognosi, indipendentemente dal tipo di malattia riscontrata, e molti uomini si interrogano sull'evoluzione dell'astenozoospermia una volta fatta la diagnosi.

Questa malattia non ha conseguenze fatali ma è importante specificare che può essere causata da patologie più gravi. I medici devono quindi identificare imperativamente le cause dell'astenozoospermia prima di offrire il trattamento al loro paziente.

La prognosi della fertilità per gli uomini con astenozoospermia dipende dalla gravità della malattia. Quando la motilità degli spermatozoi non è troppo ridotta, è possibile utilizzare alcuni trattamenti per migliorarla e aiutare i pazienti a concepire un bambino in modo naturale.

Quando la patologia è molto più grave, gli specialisti possono proporre metodi alternativi di procreazione, quest'ultima tra cui in particolare l'iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi che permette di ottenere risultati positivi nella maggior parte dei casi.

Suggerimenti per prevenire lo sviluppo di Astenozoospermia

Quando viene diagnosticata, l'astenozoospermia è una patologia che di solito provoca grande delusione negli uomini. È quindi importante seguire alcuni suggerimenti per ottimizzare e preservare la motilità degli spermatozoi.

La prevenzione dell'Astenozoospermia è il metodo più efficace per ottimizzare la fertilità maschile perché questa patologia riduce notevolmente le possibilità di procreazione quando si sviluppa.

La dieta influisce notevolmente sulla qualità dello sperma e sul benessere maschile. Gli studi indicano che alcuni alimenti migliorano efficacemente la motilità degli spermatozoi se consumati regolarmente.

Gli esperti di salute naturale per la fertilità e la gravidanza raccomandano di consumare molti alimenti che contengono le seguenti sostanze in quantità elevate:

– Zinco – Selenio – L-Carnitina – Polvere di radice di maca e polline d'api migliorano efficacemente la motilità degli spermatozoi.

Oltre a una dieta sana, si consiglia anche di puntare su cibi integrali e cibi ricchi di sostanze nutritive. Gli esperti consigliano inoltre di praticare un'attività fisica intensiva e regolare per migliorare la motilità, la qualità e il numero di spermatozoi prodotti dall'organismo.

Conclusione

La fertilità determina la capacità di procreare all'interno di una coppia. Le coppie incontrano molte difficoltà nel concepire un figlio e talvolta non riescono nemmeno a raggiungerlo quando la fertilità di uno o entrambi i partner non è ottimale.

È quindi importante conoscere i vari fattori e malattie che possono influenzare la fertilità di una coppia. È fondamentale conoscere i sintomi a cui prestare attenzione e i fattori da evitare quando si cerca di concepire per ridurre il rischio di fallimento.

Sujets similaires

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.