Il chiodo di garofano è un afrodisiaco: efficacia, virtù e pericolo

Il chiodo di garofano è un afrodisiaco: efficacia, virtù e pericolo

Come usare il chiodo di garofano afrodisiaco? Spieghiamo la sua origine, le sue virtù e vi diamo ricette per sfruttarne i benefici.

Il chiodo di garofano è il germoglio dell'albero di chiodi di garofano, un albero che cresce principalmente in Indonesia. Ma anche in Africa, Sud-est asiatico e Madagascar. Prima di essere commercializzati, i chiodi di garofano vengono raccolti prima della schiusa. Quindi essiccare alla luce del sole, che conferisce loro l'aspetto di un piccolo pezzo di legno.

I chiodi di garofano possono essere usati in cucina. Ma anche sotto forma di olio essenziale, particolarmente apprezzato in aromaterapia. In questo articolo, ti presentiamo uno di questi vantaggi più incompresi. Infatti, oltre a facilitare la digestione o combattere efficacemente il dolore, i chiodi di garofano sono un riconosciuto afrodisiaco per l'uomo.

1 Quali sono i benefici del chiodo di garofano afrodisiaco?
2 Quali sono le sue proprietà afrodisiache?
3 Come usare il chiodo di garofano?
4 Come preparare un infuso afrodisiaco?
5 Chiodi di garofano afrodisiaco: precauzioni da prendere

Quali sono i benefici del chiodo di garofano afrodisiaco?

Il chiodo di garofano ha più di un asso nella manica. Infatti, contenente un principio attivo chiamato metil salicilato, questa spezia è riconosciuta da molti anni per le sue proprietà analgesiche (fonte).

In effetti, in caso di dolore ai denti, è stato dimostrato che masticare uno spicchio lenirebbe i denti. E per evitare la formazione della cavità dentale. È anche un buon modo naturale per respirare meglio.

Il consumo regolare di chiodi di garofano nelle tue bevande (come caffè o tè) reintegra i tuoi antiossidanti e antinfiammatori. Il che lo rende una soluzione pronta per combattere i problemi della pelle, come l'acne (fonte).

Clove è anche un ottimo antimicotico. Ti aiuterà quindi a respingere gli attacchi dei batteri, specialmente nei polmoni. È anche un agente efficace nella lotta contro la malaria.

Ma i chiodi di garofano sono anche un potente afrodisiaco. Aumentando la tua libido, ti aiuterà ad avere erezioni migliori. Principalmente perché aumenta la tua forza fisica e muscolare. Ma anche perché stimola la produzione di testosterone, l'ormone che influenza il tuo desiderio e le tue prestazioni sessuali.

Quali sono le sue proprietà afrodisiache?

In effetti, i chiodi di garofano sono stati usati per molti anni per combattere la disfunzione erettile. Se gli abitanti delle regioni in cui viene coltivato ne conoscono da tempo la potenza, è stato necessario attendere che venissero effettuate ricerche sull'argomento per dimostrarne l'effetto sulle prestazioni sessuali (fonte).

Avrebbe infatti proprietà contro il disordine della libido. L'assunzione di chiodi di garofano, a una velocità compresa tra 30 e 40 mg per chilo, aumenterebbe la libido e migliorerebbe le loro prestazioni sessuali facendoli piegare più duramente e più a lungo.

Il chiodo di garofano permetterebbe anche di avere una nuova erezione più rapidamente (riducendo il periodo refrattario). Ti aiuterà quindi ad avere più rapporti in un periodo di tempo più breve.

Come usare il chiodo di garofano?

Per beneficiare delle sue proprietà afrodisiache, devi comunque sapere come usare i chiodi di garofano. In effetti, può essere dannoso per il tuo fegato, se lo prendi troppo regolarmente o in dosi troppo elevate.

Se lo usi sotto forma di olio essenziale, puoi incorporarlo nei tuoi piccoli piatti. Tuttavia, rispettando un dosaggio molto preciso (una goccia). E facendolo sistematicamente una volta che la tua preparazione è cotta. In effetti, questo olio essenziale non deve essere cotto.

Puoi anche abbinarlo a una bevanda, come ad esempio il tè verde. Per un risultato ancora più efficace è anche del tutto possibile abbinarlo allo zenzero afrodisiaco, al miele per un hard-on o alla cannella. Conosciuti anche per le loro proprietà afrodisiache.

Puoi anche massaggiare il tuo olio di chiodi di garofano sul tuo pene. Attenzione, però, a non farlo mai con olio essenziale puro. Perché è pericoloso per la pelle e può causare reazioni allergiche. Diluiscilo in un altro olio prima di massaggiare il tuo pene, ma anche la colonna vertebrale e il plesso solare.

Come preparare un infuso afrodisiaco?

Prepararsi una tisana afrodisiaca è molto più facile di quanto si possa pensare. Per questo, puoi usare chiodi di garofano naturali. Puoi macinarli prima di prepararli nel tuo tè, al ritmo di un cucchiaio per una tazza di tisana.

Se hai un macinacaffè, questa è ovviamente la soluzione più efficiente. Ma puoi comunque accontentarti perfettamente di un mortaio. Tuttavia, fallo appena prima di preparare l'infusione. Infatti, fresco, il chiodo di garofano manterrà le sue proprietà ed è improbabile che la polvere evapori.

Versate i vostri chiodi di garofano in acqua bollente e lasciate in infusione per almeno mezz'ora. Quindi usa un setaccio molto fine per rimuoverne il più possibile una volta che la tua tisana è in infusione. Puoi consumare questa bevanda afrodisiaca calda o fredda (con un po' di miele per un gusto dolce più gradevole). Non superare una tazza di tisana afrodisiaca al giorno. E prendilo preferibilmente mezz'ora prima del tuo rapporto sessuale.

Afrodisiaco chiodi di garofano: precauzioni da prendere

Attenzione, però, a prendere alcune precauzioni con i chiodi di garofano. In effetti, il suo impatto sui livelli di testosterone può rivoltarsi contro di te. Soprattutto se assumi dosi troppo abbondanti. Ciò potrebbe avere un impatto tossico sui testicoli e ridurre la produzione di questo ormone. Attenzione quindi a non superare i 60 mg/kg, per evitare la degenerazione sessuale e una riduzione della produzione di sperma.

Inoltre, non è consigliabile utilizzare l'olio essenziale di chiodi di garofano in caso di gravidanza o allattamento al seno. Idem se hai meno di 12 anni.

Va inoltre ricordato che utilizzato sulla pelle, l' olio di chiodi di garofano deve essere diluito per evitarne l'impatto dermocaustico. Inizia anche a testarne l'effetto su un piccolo pezzo di pelle, prima di passare a un massaggio più corposo.

Inoltre, non usarlo nella vasca da bagno o durante l'inalazione. Ed evita l'olio di chiodi di garofano (anche se è molto afrodisiaco) se hai la pressione sanguigna o problemi al fegato.

Sujets similaires

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *