L'urina può causare problemi durante l'eiaculazione?

L'urina può causare problemi durante l'eiaculazione?

Tutti gli uomini hanno già sperimentato questa situazione: svegliarsi con un'erezione mattutina, a cui si fa riferimento anche con l'espressione gergale "alberello mattutino", e avere un urgente bisogno di urinare, il che complica la situazione. Alcuni uomini si chiedono se questo sia un problema comune. Consulta il seguente articolo per trovare la risposta a questa domanda.

Presentazione dell'anatomia del pene

Le parti del pene che vengono sollecitate durante l'erezione sono:

I corpi cavernosi: In caso di stimolazione sessuale, il sangue scorre all'interno delle due camere del pene che sono costituite da tessuto spugnoso. Questo flusso sanguigno rende i corpi cavernosi rigidi per causare l'erezione.

Il glande: l'estremità del pene che è coperta dal prepuzio. La circoncisione designa la rimozione del prepuzio e il glande rimane permanentemente esposto a seguito di questo intervento.

I corpi spugnosi: questo tessuto spugnoso si estende dalla parte anteriore del pene al glande. Mantiene l'uretra aperta durante l'erezione.

L'uretra: questo è il canale che consente al corpo di evacuare l'urina e lo sperma durante l'eiaculazione, attraverso un orifizio chiamato "meatus".

Meccanismo di erezione

Durante la fase di stimolazione sessuale, i vasi sanguigni che si trovano all'interno dei corpi cavernosi iniziano ad espandersi per riempirsi di sangue. Questi vasi trattengono quindi il sangue all'interno del pene per causare l'erezione.

La membrana attorno ai corpi cavernosi aiuta i vasi a trattenere efficacemente il sangue all'interno del pene quando diventa eretto. Quando i muscoli del pene si contraggono, il flusso sanguigno viene interrotto all'interno del pene e il sangue viene evacuato in modo che l'erezione diminuisca gradualmente.

I diversi tipi di erezione

Può sembrare sorprendente, ma non tutte le erezioni sono uguali. In realtà, ci sono 3 diversi tipi di erezione, vale a dire, erezione psicogena, erezione notturna e erezione riflessogena.

L'erezione psicogena

Questa erezione si verifica quando il cervello emette segnali e li trasmette ai genitali attraverso il midollo spinale. Le erezioni psicogene sono quindi causate dalla stimolazione sensoriale erotica (visiva, uditiva, olfattiva o tattile) o dall'eccitazione cerebrale (pensieri, fantasie)

Erezione notturna

L'erezione mattutina o tumefazione notturna del pene (NPT) si riferisce a un'erezione che si verifica durante il sonno o al risveglio. Le varie ricerche che sono state effettuate non hanno permesso di identificare con precisione i fattori che causano questo tipo di erezione. Tuttavia, questo fenomeno può essere spiegato da alcune teorie. Questo tipo di erezione può essere causato in particolare dai neuroni che regolano il rilascio delle cellule noradrenalina/noradrenergiche e più precisamente dall'interruzione dell'attività di queste ultime durante la fase del sonno REM che è accompagnata da MOR (Rapid Eye Movements). Gli specialisti associano l'attività delle cellule noradrenergiche a quella dell'enzima inibitore del pene. Quando questo inibitore cessa di agire sull'organismo, i neurotrasmettitori eccitatori del pene stimolati dal testosterone si attivano e provocano l'erezione.

L'erezione riflessogena

L'erezione riflessogena corrisponde a un riflesso involontario che può essere attivato senza alcuno stimolo sessuale. Questo tipo di erezione può comparire soprattutto quando la vescica è piena. I nervi che controllano questo riflesso si trovano all'interno dei nervi sacrali nel midollo spinale e possono reagire quando la vescica di un uomo è piena.

La descrizione di questi tre diversi tipi di erezione indica che l'erezione del pene non si verifica solo in caso di rapporto sessuale. Questo processo preserva il pene e ne ottimizza il funzionamento durante i rapporti sessuali e al di fuori dei periodi di attività sessuale.

Cosa fare se senti il ​​bisogno di urinare quando il tuo pene è eretto?

Alcune persone affermano che è impossibile urinare quando il pene è eretto. Tuttavia, devi solo seguire un metodo specifico per poter urinare quando ne senti il ​​bisogno.

In questo tipo di situazione, sembra impossibile orientare il pene in direzione della tazza del gabinetto senza farsi male. Non devi forzarlo. Per riuscire a urinare normalmente, devi prima lasciare che la tua erezione diminuisca leggermente. Quando il tuo pene sarà meno rigido, dovrai concentrarti per far defluire l'urina.

Quando si inizia a urinare in fase di erezione è possibile avvertire delle sensazioni sgradevoli che però svaniscono rapidamente. Alcuni uomini hanno difficoltà a urinare perché sentono che la loro uretra è ristretta mentre lottano per far uscire l'urina. Ma tutti questi sentimenti sono perfettamente normali.

Inoltre, durante le fasi di stimolazione sessuale ed erezione, un piccolo muscolo impedisce all'urina di fluire nell'uretra per consentire al liquido seminale di defluire in questo canale durante l'eiaculazione. In questa situazione, l'uomo deve attendere che la sua erezione diminuisca abbastanza per poter urinare di nuovo.

Conclusione

L'organismo maschile ha un meccanismo specifico che impedisce la minzione e l'eiaculazione contemporaneamente. Questo processo si realizza grazie alla contrazione dei muscoli che si trovano alla base della vescica e che ostruiscono il condotto che collega l'uretra alla vescica.

Questi muscoli impediscono all'urina di fluire durante l'eiaculazione. Questo spiega perché gli uomini hanno difficoltà a urinare quando il loro pene è eretto.

Tuttavia, ti consigliamo di consultare un medico se avverti dolore o noti qualcosa di anormale.

Puoi condividere le tue preoccupazioni con il tuo medico per verificare se le tue sensazioni sono normali. Il medico potrebbe anche consigliarti di consultare un urologo che possa esaminarti e identificare la causa del tuo problema. Ti consigliamo inoltre di sottoporti a un check-up annuale per verificare l'andamento della tua salute.

Sujets similaires

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.