Terapia sessuale: quali sono i primi passi?

Terapia sessuale: quali sono i primi passi?

Hai mai pensato di consultare un terapista sessuale per rimediare a un problema sessuale?

Se la domanda ti mette a disagio, non sei solo. L'idea di discutere i dettagli della tua vita sessuale con uno sconosciuto può essere imbarazzante, soprattutto se questo argomento è difficile da discutere per te. Inoltre, la terapia sessuale può essere avvolta da un velo di mistero.

Cosa succede esattamente durante le sessioni?

In poche parole, la terapia sessuale è una forma di psicoterapia progettata per affrontare i problemi sessuali degli individui e delle coppie. È una terapia che si fa solo attraverso la parola – nessuna situazione sessuale viene riprodotta durante le sedute.

I terapisti possono aiutare i clienti a:

– Scopri la loro sessualità, compresi gli aspetti anatomici del sesso- Sviluppare capacità comunicative in modo che possano parlare con i loro partner di sesso – Sviluppare strategie e tecniche per migliorare la sessualità di una coppia – Chiarire problemi di orientamento o identità sessuale – Affrontare abusi sessuali o traumi passati – Imparare a gestire comportamenti o compulsioni sessuali indesiderati

A volte fattori psicologici contribuiscono ai problemi sessuali. Ad esempio, l'ansia può svolgere un ruolo nell'eiaculazione precoce o nel vaginismo. I terapeuti possono anche aiutare a risolvere questo problema.

La terapia sessuale può aiutarti? Oggi risponderemo alle domande più frequenti che possono guidarti nel processo decisionale.

Terapia sessuale: quali sono i primi passi?

Prima di iniziare a cercare un terapeuta, consulta il tuo medico. Che sia il tuo medico di famiglia, un urologo o un ginecologo.

A volte i problemi sessuali hanno cause fisiche. Ad esempio, la disfunzione erettile: l'incapacità di avere un'erezione sufficientemente solida per un rapporto sessuale può essere un sintomo di una condizione medica di base come il diabete o le malattie cardiache. Il sesso doloroso nelle donne potrebbe essere collegato all'endometriosi o ai cambiamenti ormonali che accompagnano la menopausa. Il basso desiderio sessuale sia negli uomini che nelle donne può essere correlato a stress, superlavoro o farmaci come gli antidepressivi.

Chi sono i sessuologi?

I sessuologi possono essere psicologi, medici, assistenti sociali o altri clinici. Di solito hanno titoli di studio avanzati e una formazione specializzata in sessuologia e supporto psicologico.

Come posso trovare un terapista sessuale?

Il tuo medico può indirizzarti a un terapista sessuale specializzato nel tipo di problema che stai riscontrando. In caso contrario, prova a trovarne alcuni su Internet o utilizzando il sito doctolib.fr.

Il tuo terapeuta dovrebbe avere la formazione, le credenziali e le licenze adeguate. Non esitate a chiedere al terapeuta del suo background prima di iniziare la terapia. Se per qualche motivo ti senti a disagio con il tuo terapeuta, o se ritieni che la relazione terapeuta-paziente non sia a tuo agio, non c'è nulla di male nel cambiare terapeuta. Affinché la terapia sessuale sia efficace, è importante avere una buona relazione.

Che aspetto ha una sessione di terapia sessuale?

Le sessioni di solito si svolgono nell'ufficio del terapeuta. Alcuni terapisti lavorano in centri medici, ma molti hanno studi privati. Molti progettano i loro spazi di consulenza come soggiorni per rendere l'atmosfera rilassante e accogliente.

I sessuologi capiscono perfettamente che puoi essere nervoso. Sono addestrati per metterti a tuo agio e guidarti attraverso la conversazione. Probabilmente ti faranno domande sulla tua salute fisica, sulla tua relazione con il tuo partner, sulla tua educazione e educazione sessuale e sui tuoi comportamenti nei confronti del sesso.

Una volta compreso il problema, possono darti dei "compiti a casa" da fare a casa. Può essere leggere o guardare video per saperne di più sul corpo e sulle tecniche sessuali. Possono anche essere prescritti esercizi da praticare con il tuo partner. La focalizzazione sensoriale (un processo di passaggio dal contatto non sessuale al contatto sessuale) è un tipo di esercizio progettato per promuovere la fiducia e l'intimità tra i partner.

Ricorda che le sessioni di terapia sessuale sono solo sessioni di terapia della parola. Non includono alcun contatto fisico o rapporto sessuale con i partner o con il terapeuta durante la sessione.

Il mio partner dovrebbe venire con me?

Se anche il tuo partner ha problemi sessuali, è utile che partecipi alle sessioni insieme. Spesso le coppie hanno bisogno di aiuto per comunicare tra loro. Potrebbero non sapere come parlare dei loro bisogni sessuali. Oppure, potrebbero esserci problemi più profondi nella relazione che influenzano ciò che accade a letto.

Se il tuo partner non ti accompagna, la terapia sessuale può comunque avvantaggiarti. Il tuo terapeuta può aiutarti a sviluppare strategie per avvicinare il tuo partner alla tua situazione.

E se non ho un partner?

Anche se non hai un partner, la terapia sessuale può comunque aiutare. Alcuni pazienti evitano nuove relazioni a causa di problemi sessuali, anche se vorrebbero avere una relazione. Lavorare con un terapeuta può aiutare a risolvere il problema e aumentare la fiducia in se stessi.

fai il passo

È difficile ammettere di avere un problema sessuale. Prendere quel primo appuntamento può essere il passo più difficile. Ma vale la pena provare, non solo per la tua salute sessuale, ma anche per la tua relazione e il benessere generale.

Sujets similaires

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.